Bernhard Lang

Biografia

Bernhard Lang è un compositore austriaco nato nel 1957. Relativamente poco conosciuto in Italia ha però realizzato un progetto importante con Alter Ego, Tables are turned, che sta girando l'Europa. I motivi che mi hanno orientato verso questa proposta sono principalmente due. Il primo, musicale, è il loop, e il secondo il carattere di indipendenza, dal punto di vista della produzione e dell'editoria che accompagna Lang nella sua carriera. 

Possiamo a ragione dire che Lang sia stato tra i primi a lavorare in maniera intensiva sul loop e a trovare un punto di contatto tra il minimalismo americano e le esperienze della musica tedesca, pop e colta, degli anni 70 e 80, come per esempio il bruitismo ma anche ilkraut rock. Il punto di contatto si trova nel sound  fusion che contraddistingue la sua produzione. Pensate per esempio al Miles di On the Corner e troverete molte affinità. Non so quanto sia cosciente e esplicito per Lang riferirsi a questo mondo ma trovo che lui, come altri di età simile abbia mostrato la necessità di avvicinarsi a pratiche vicine alla popular music per rivitalizzare la scrittura. Questo è un tema che tutti sentiamo e che ormai, mi sembra, sia veramente comune nella generazione più giovane, e forse ormai storicizzato. Il tema della differenza e della ripetizione ci rimanda a Deleuze, filosofo che ha influenzato e influenza molti compositori in particolare strutturalisti. Il loop è quindi una rappresentazione filosofica di una condizione esistenziale oltre che tecnica compositiva. Insomma, il tema del loop, che si trova in moltissimi compositori inglesi, tedeschi e danesi di oggi, trova una delle sue ispirazioni principali in Bernhard Lang, che ha visto in questa formula la coniugazione di problematiche attuali come il suono "pop", la costruzione, e la ripetizione come elemento nuovo nella scrittura colta europea. In questo contesto la ripetizione portata al parossismo apre all'inaspettato, come per esempio in Feldman, ed è profondamente antidialettica. La musica di Lang è quindi musica statica che gira su se stessa in un ideale mondo autoreferenziale. In questo senso c'è la relazione con l'idea della monadologia, che mette in risalto la sostanziale unità tra la pluralità e l'unità. Mi sembra anche importante sottolineare la scrittura vocale, originale e estremamente lavorata. Con la voce il mondo dei riferimenti si apre alla musica pop ma anche alla musica tradizionale araba. Forse in questa scrittura vocale c'è l'aspetto di maggiore forza della scrittura di Lang. Il secondo aspetto, altrettanto importante è la produzione indipendente attraverso cui Lang è passato. L'editoreZeitvertrieb, fondato da Lang con altri quattro compositori, è uno dei pochi esempi in cui un gruppo di compositori ha creato il suo proprio editore, che ne cura l'aspetto promozionale e l'aspetto pratico. È importante oggi come esempio per molti compositori che sentono la necessità di essere coerenti con le loro scelte artistiche e stilistiche anche dal punto di vista grafico e di visibilità sul pubblico.

Ultima uscita

bernard lang
Artista: BERNHARD LANG
Titolo: THE ANATOMY OF DISASTER (MONADOLOGIE IX)

Genere: Classica
Data pubblicazione: 29/04/2014
Etichetta: Winter & Winter
Formato: CD